Home / I nostri servizi / Inserimento Lavorativo, ex articolo 14

Inserimento Lavorativo, ex articolo 14

INSERIMENTO LAVORATIVO, CONVENZIONE EX ARTICOLO 14
PER ENTI, AZIENDE, ASSOCIAZIONI

Favoriamo l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate (a livello fisico, psichico o sociale) attraverso la progettazione di percorsi individualizzati, capaci di valorizzare al meglio le potenzialità della persona e finalizzati all’acquisizione di capacità ed attitudini, (come la socializzazione, l’acquisizione della dimensione lavorativa globale, l’apprendimento delle mansioni, la professionalità, l’autonomia e l’organizzazione del lavoro), con lo scopo di realizzare un collocamento mirato ed efficace.

Per la collettività, garantire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate costituisce un vantaggio da più punti di vista: contiene forme di devianza sociale, aumenta il gettito fiscale e sottrae le persone con problemi al circuito dell’assistenza con risparmi di notevole proporzione.

Siamo in grado di progettare soluzioni personalizzate per enti e aziende che devono assolvere agli obblighi della legge 68/99 in materia di assunzione di lavoratori disabili. Attiviamo tirocini di sperimentazione, monitoraggio e verifica del candidato per consentire una più attenta lettura delle sue potenzialità e un inserimento mirato.

Garantiamo, durante l’inserimento lavorativo, l’affiancamento di un tutor e un educatore che si impegnano a monitorare nel tempo i lavoratori assunti.

Se la realtà imprenditoriale conta 15 o più dipendenti, ricorrendo a questo servizio si potrà adempiere a parte degli obblighi previsti dalla Legge 68/99 in tema di assunzione di lavoratori con disabilità.

Grazie alla Convenzione ex Art. 14 del D. Lgs. 276/2003* affidando commesse lavorative a cooperative come la nostra che si occupano di inserimento lavorativo si potrà computare tra i lavoratori dell’azienda i nostri addetti alle pulizie appartenenti a categorie protette.

 

 

Convenzione ex articolo 14*

La Legge 68/99 “Norme per il diritto al lavoro delle persone disabili” stabilisce l’obbligo di assumere dipendenti con disabilità per le attività imprenditoriali con 15 o più dipendenti.

Dal 1 gennaio 2018 per i datori di lavoro che occupano 15 dipendenti scatta l’obbligo di assumere un disabile automaticamente, senza necessità di attendere la nuova assunzione.

Grazie all’Art.14 del D.lgs 276/2003, attraverso la sottoscrizione di una specifica convenzione, le aziende possono adempiere a parte di tali obblighi esternalizzando lavoro alle cooperative sociali che impiegano lavoratori disabili con difficoltà di inserimento nel ciclo lavorativo ordinario.

Per la durata della convenzione, il datore di lavoro committente potrà computare i lavoratori con disabilità assunti dalla cooperativa per la copertura di parte della propria quota d’obbligo.

La commessa di lavoro affidata alla cooperativa non deve necessariamente riguardare l’attività dell’azienda ma può anche essere riferita ad attività di servizi (pulizie, data entry, gestione portineria, ecc.).

Rivolgiti alla Cooperativa Il Grappolo, richiedi la nostra collaborazione: da 18 anni ci occupiamo di creare opportunità e spazi di lavoro per persone svantaggiate, superando una logica puramente assistenziale con l’intento di promuovere lo sviluppo e la crescita della persona.

Assumere lavoratori altrimenti esclusi dal mercato del lavoro è la finalità della nostra attività d’impresa.